Tra la guerra e il mare


8,00 € tasse escl.

Il libro si rivolge a chiunque sia interessato a capire come e perché la morte di chi deve solcare il Mediterraneo non sia un dato ineluttabile dei nostri tempi. Attraverso una narrazione che combina l'esperienza sul campo con un originale apparato teorico, Albahari propone una disamina della violenza di confine, nelle sue sfaccettature meno visibili. Ed è proprio la questione dei migranti, di coloro che si trovano con la guerra alle spalle ed il mare di fronte, a chiarire alcune tra le numerose zone grigie che caratterizzano quest'inizio di ventunesimo secolo – tra pace e guerra, legalità e crimine, umanitarismo e coercizione.

 

Maurizio Albahari è professore associato di antropologia prsso l'Univesità di Notre Dame negli Stati Uniti. È autore della monografia Crimes of peace: Mediterranean Migrations at the World's Deadliest Border (University of Pennsylvania Press, collana Diritti Umani, 2015) e di numerosi saggi ed editoriali apparsi sia in riviste scientifiche internazionali sia su testate quali «Diriritti globali», «History News Network», «operDemocracy», «Mobilizing Ideas», «Perspektif MAgazine», Fox News e CNN.

  • Anno 2017
  • Autore Maurizio Albahari
  • Formato 11x18
  • ISBN 9788872858868
  • Pagine 80
  • Sottotitolo Democrazia migrante e crimini di pace

Carrello  

Nessun libro

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out

© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA