La democrazia del reddito universale


14,46 € tasse escl.

Le società industrializzate del Novecento hanno stabilito un legame imprescindibile tra lavoro e diritti e hanno edificato su questa base l'intero sistema della protezione sociale. Con la crisi generale dell'occupazione stabile e garantita, milioni di individui rimangono di fatto esclusi dal sistema di garanzie ed esposti ad ogni ricatto. Con il lavoro si finisce così col perdere anche la piena cittadinanza e il diritto ad una decorosa condizione di vita. Nonostante una antica e tenace tradizione etica, che vincola al "dovere" del lavoro la soddisfazione dei bisogni, la moderna teoria politica deve oggi affrontare il problema di garantire reddito, protezione e libertà di scelta al bacino in espansione del non lavoro e del lavoro intermittente. Tanto più quando la produzione di ricchezza è sempre meno riconducibile alle prestazioni dei singoli e sempre più al sistema generale delle interazioni e al sapere sociale accumulato. E' in questo contesto che si sviluppa in diversi paesi industrializzati il dibattito sul reddito universale, di cittadinanza o incondizionato, (secondo le diverse accezioni e ipotesi teoriche) di cui questo volume intende offrire una panoramica.
  • Autore AA.VV.
  • Anno 1997
  • Formato 14,5x21
  • Pagine 224
  • ISBN 88-7285-115-7

Carrello  

Nessun libro

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out

© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA