Mediterraneo nero


10,00 € tasse escl.


Gabriele Proglio è Professore di Storia nell’Università di Coimbra. Ha pubblicato tra l’altro: Memorie oltre confine. La letteratura postcoloniale in prospettiva storica (Ombre corte, 2011); e ha curato: Subalternità italiane. Percorsi di ricerca tra storia e letteratura (Aracne 2014).

L’importanza di una riflessione sul Mediterraneo nero è legata alle profonde trasformazioni, in termini culturali, sociali ed economici, che avvengono non solo in Europa, ma nel mondo intero. Oggi è necessario leggere il Mediterraneo in una prospettiva globale e transnazionale, ma anche quale archivio di memorie, pratiche e immagini che stanno ridiscutendo le geografie culturali. Centro di questo sistema epistemologico è il corpo, il rapporto di prossimità e distanza non solo con l’Europa, ma anche con una parte specifica del suo passato: il colonialismo e lo schiavismo. Connettendo passato e presente, l’autore si sofferma sulle memorie orali delle migrazioni raccolte in Italia: voci di etiopi, eritrei, somali e di persone che potremmo definire ‘seconde generazioni’ a proposito delle traversate mediterranee. L’obiettivo è quello di contribuire a una nuova riflessione sul rapporto tra il Mediterraneo nero e la riscrittura/reinvenzione dell’Europa e dell’identità europea.

 

  • Anno 2019
  • Autore Gabriele Proglio
  • Formato 11x18
  • ISBN 9-788872-859-315
  • Pagine 80
  • Sottotitolo Archivio, memorie, corpi
© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA