Rosso digitale


16,00 € tasse escl.



La politica si è fatta comunicazione, e la comunicazione si è fatta politica. Questo è l’esito di quello che possiamo chiamare il berlusconismo, da non intendere come semplice descrizione delle alterne fortune del Cavaliere di Arcore, bensì come sintomo clamoroso del mutato rapporto tra rappresentanza e rappresentazione. La crisi del Politico, frutto della parabola discendente dei grandi partiti di massa, si manifesta in modo esplicito con l’epifania della società dell’informazione. Quest’ultima, nell’Italia degli irrisolti conflitti di interesse, vede al centro la televisione generalista commerciale, vero riferimento della e nella sfera pubblica. Una delle maggiori anomalie italiane rimane proprio la lunga inerzia della tv classica: in termini di frequenze, di risorse economiche e pure di costruzione del clima di opinione. Ma quali scenari si aprono per il futuro?

 

Vincenzo Vita (1952) è Presidente dall’aprile 2015 dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, nonché dal 2017 dell’Associazione per il rinnovamento della sinistra. Deputato con l’Ulivo nel 1996, è stato Sottosegretario del Ministero delle Comunicazioni fino al 2001. Dal 2003 al 2008 Assessore alla cultura della Provincia di Roma. Dal 2008 al 2013 Senatore del Pd. Ha insegnato come docente a contratto Teorie dei media nell’Università di Sassari e ha pubblicato, tra l’altro: Dopo i mass media (1993) e L’inganno multimediale (1998). Collabora con “il manifesto”.

  • Anno 2019
  • Autore Vincenzo Vita
  • Formato 14,5x21
  • ISBN 9-788872-859-100
  • Pagine 140
  • Sottotitolo L'algoritmo di Marx
© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA