Solitudine e moltitudine

Solitudine e moltitudine sono termini oggi per lo più convertibili fra loro e divenuti, perciò, quasi interamente interscambiabili. Si fa molta fatica, infatti, atracciarne i confini specifici, di fronte al dato evidente del continuo sfaldamento delle trame intersoggettive, da un lato, e delle permanenti trasformazioni economiche, sociali e antropologiche dall'altro.

Maggiori dettagli


22,00 € tasse escl.

Solitudine e moltitudine sono termini oggi per lo più convertibili fra loro e divenuti, perciò, quasi interamente interscambiabili. Si fa molta fatica, infatti, atracciarne i confini specifici, di fronte al dato evidente del continuo sfaldamento delle trame intersoggettive, da un lato, e delle permanenti trasformazioni economiche, sociali e antropologiche dall'altro.

L'uso ossessivo che si fa oggi dei cellulari e degli smartphone sembra aver dissolto definitivamente il valore tradizionale dell'autonomia della persona, nonché l'idea secondo cui l'ambito a essa connnaturale sarebbe dato da querlla che un tempo si chiamava la "società civile". In un mondo tanto atomizzato quanto massificato come il nostro, si fa sempre più forte l'esigenza di uno spazio in cui coltivare la solitudine come "dieta" dell'anima e ciò proprio per riguadagnare un'esperienza il più possibile autentica delal pluralità.

I saggi che compongono il volume sviluppano, da diverse angolature, una riflessione sul fenomeno appena descritto, indicando, al tempo stesso, le potenzialità che esso dischiude per l'elaborazione di una "ontologia dell'attualità" e del presente.

Gli autori: Daminao Bondi, Antonio Caridi, Giuseppe D'Acunto, Angiola Iapoce, Aldo Meccariello, Enrico Meroni, Massimo Pieramrini, Paolo Vernaglione, Dario Zucchello.

Il curatore: Giuseppe D'Acunto ha insegnato come docente a contratto nelle Facoltà di Filosofia di Roma "Sapienza" e dell'Università Europea di Roma. Tra i suoi volumi più recenti: Dualitas. figure del dubbio e dell'errore in filosofia (Roma, 2012); Semiotica dell'espressione. Il gesto che si fa ritmo, parola (Roma, 2013); Romano Guardini. Concretezza e opposizione (Città del Vaticano, 2014); Il logos della carne. Il linguaggio in Ortega y Gasset e nella Zambrano (Assisi, 2016).

  • Sottotitolo Saggi sulla condizione contemporanea
  • Pagine 240
  • ISBN 9788872858578
  • Formato 17x21
  • Autore AA. VV.
  • Anno 2017

Carrello  

Nessun libro

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out

© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA