Storia comune. Nuovi interventi


22,00 € tasse escl.

Mentre strizza l’occhio alla grande
narrativa dell’Ottocento (Una
storia comune fu il romanzo d’esordio
di Gončarov), il titolo di
questo libro rimanda a qualcosa
di urgentemente contemporaneo:
il dibattito sui «common goods».
Perché anche la storia – intesa sia
quale scienza di un passato condiviso,
sia quale tecnica di una
memoria collettiva – deve essere
oggi ripensata e tutelata quale
«bene comune».
Ma per valere da bene comune,
deve essere sottratta a chi vuole
farne un bene indifferenziato: una
«narrazione» spendibile sul mercato
della creatività letteraria come
su quello della propaganda politica.
La storia è un bene troppo prezioso
per essere lasciato in pasto a
praticoni più o meno abili nella
contaminazione dei generi e a
liquidatori più o meno seduttivi di
ogni cultura dei «professoroni».
Che cosa resta, oggi, dell’illuminismo
retrospettivo perseguito dai
grandi maestri della storiografia
novecentesca? Quanta parte
delle nostre radici va ritrovata,
piuttosto che nel «secolo breve»,
in certe lunghe durate della storia
medievale o moderna? Come giustificare
la persistente centralità,
nell’uso pubblico della storia,
della catastrofe ebraica?
Una guida ragionata su alcune
domande di fondo della nostra
contemporaneità.

  • Anno 2014
  • Autore Sergio Luzzatto
  • Disponibilità e-book si
  • Formato 14,5x21
  • ISBN 978-88-7285-781-6
  • Sottotitolo Nuovi interventi

Carrello  

Nessun libro

Spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Check out

© Periodico in corso di registrazione Direttore Responsabile Simona Bonsignori
LA TALPA S.r.l. sede legale - Via della Torricella, 46 - 00030 Castel San Pietro Romano RM - P. Iva 12071901008 - Web designer Andrea Nicolo'
Powered by GENOMEGA