Marxiani

mag 21st, 2014 | Categoria: Marxiani

marxiani 1Al vecchio Karl Marx è capitato diverse volte di essere dato per irrimediabilmente superato. La prima fine del marxismo fu annunciata già a fine Ottocento, a pochi anni dalla morte (1883) dell’autore del Manifesto. Ma il Moro si prese subito la sua rivincita, segnando con la sua presenza da protagonista la storia grande e terribile della prima metà del Novecento. Con gli anni Ottanta del secolo passato, però, parve davvero che Marx e la sua eredità dovessero andare per sempre in soffitta, insieme al crollo del muro di Berlino e alla fine dei partiti comunisti occidentali. E tuttavia sembra che, anche nel ventunesimo secolo, Marx abbia ancora qualcosa da dire. Crisi economica, nuove forme di sfruttamento, potenza del capitalismo globale… si possono interpretare senza usare, tra gli altri, anche gli strumenti approntati da Marx? Oggi il Moro di Treviri ci si presenta perciò con un doppio volto: l’autore di un’opera che serve ancora a interpretare alcuni aspetti del nostro tempo, ma anche un grande classico che va studiato perché è un pezzo importante della nostra storia. E che forse può essere capito meglio proprio oggi, quando si è sgombrato il campo da tutte le interpretazioni che i marxismi ci avevano costruito sopra. In questo spazio, proveremo a raccontarvi qualcosa dei tanti modi di usare, riscoprire, ripensare o semplicemente studiare, oggi, Marx e i “marxiani”.

Stefano Petrucciani

Condividi:
facebooktwitterfacebooktwitter

Seguici su:
facebooktwitteryoutubefacebooktwitteryoutube

I commenti sono chiusi

transfer services from civitavecchia onoranze funebri roma