Giovedì 17 maggio, 68 in Presa Diretta a Bologna con Luciana Castellina

mag 15th, 2018 | Categoria: Eventi

Sono passati 50 anni dal ’68. L’orologio delle ricorrenze ci ricorda che probabilmente ad attenderci ci sarà un anno di commemorazioni nostalgiche e a tratti banali di un movimento che segnò irreversibilmente la storia del nostro Paese. Siamo sicuri di volerci accontentare della testimonianza fine a se stessa? No, non ci accontenteremo. Abbiamo l’esigenza di togliere via la polvere che offusca la narrazione di quell’anno e inevitabilmente di quelli successivi, evitando di ridurli ad una ondata ingenua di antiautoritarismo, anticonformismo e istanze libertarie.

Vogliamo comprendere nel profondo le ragioni di quella rivolta, e vogliamo farlo provando ad uscire dalla retorica che purtroppo attanaglia ogni narrazione o discorso sul Movimento per eccellenza: ad un paternalismo diffuso sulla incapacità dei giovani del nuovo millennio di mettere in discussione lo status quo con la stessa foga dei giovani sessantottini, si accompagna il costante svilimento delle idee e dei bisogni che furono alla base di quell’anno di sconvolgimento.

Dietro le marce, le occupazioni, le proteste si celava la profonda messa in discussione dell’oppressione capitalista, del modo di produzione fordista e della società dei consumi. Istanze di liberazione collettiva, dunque, che esprimono una radicalità che poco ha a che fare con la narrazione dominante sul ’68, velleitaria e giovanilista.

Il Sessantotto riuscì ad immaginare un mondo differente, riuscì a pensare oltre l’orizzonte capitalista. Una possibilità che sembra essere negata alla nostra generazione: ma noi non ci arrendiamo. Comprendere il ’68 ci serve anche per rafforzare le nostre battaglie attuali, per avere uno sguardo lungo e non compiere vecchi errori.

Proprio per questo abbiamo organizzato un dialogo con Luciana Castellina, politica, giornalista, ex parlamentare comunista, ma soprattutto sguardo lucido e critico dell’Italia di ieri e di oggi. Con lei vogliamo riflettere attorno alle conquiste di quel movimento eterogeneo, ma anche alle domande tradite o assorbite, alle questioni tremendamente attuali e ancora aperte fatte salve le dovute differenze.

5-17_1968 bolognaInsieme a lei ci sarà Michele Filippini,
Ricercatore di storia delle dottrine politiche presso l’Università di Bologna.
A seguire dialogo libero con i presenti.

Giovedì 17 maggio, h19, RitmoLento (via San Carlo,12/A).
Ingresso con Tessera Arci.

Condividi:
facebooktwitterfacebooktwitter

Seguici su:
facebooktwitteryoutubefacebooktwitteryoutube

I commenti sono chiusi

transfer services from civitavecchia onoranze funebri roma