La critica alla società del controllo

set 29th, 2011 | Categoria: Mercato editoriale

Laurent de Sutter è un ricercatore che ha lungo collaborato con Bruno Latour e Isabelle Stengers attorno allo statuto della filosofia del diritto e le pratiche scientifiche. Negli ultimi anni, tuttavia, il suo percorso teorico ha scelto anche di seguire altri sentieri. È del 2007, infatti, il saggio «Pornostars. Fragments d’une métaphysique du X» (La Musardine), all’interno del quale la dimensione della pornografia viene contestualizzata criticamente nelle pratiche di controllo del corpo, giungendo però alla provocatoria tesi che la pornografia può essere cambiata di segno per diventare una pratica della liberazione. In altri termini, mentre la pornografia è sì dispositivo di controllo della sessualità, può manifestarsi anche come critica della sessualità maschile dominante. Tesi che viene ripresa e approfondita anche nel saggio «Contre l’érotisme» ( La Musardine, 2011). Altrettanto provocatorio è il saggio «De l’indifférence à la politique» (Puf, 2008), dove Laurent De Dutter analizza sì la disaffezione alla politica, ma rintracciando in alcune pratiche sociali soprattutto la lontananza dalla pratiche politiche istituzionali incardinata in una critica della società del controllo. Il libro invece su «Deleuze. La pratica del diritto» nasce invece sulla rinnovata attenzione verso gli scritti Deleuze attorno al rapporto tra norma e legge, alla luce anche di alcune esperienze di critica del diritto e di sviluppo di norme alternative a quelle dominanti che tuttavia definiscono le regole attinenti a specifiche forme di vita.

Condividi:
facebooktwitterfacebooktwitter

Seguici su:
facebooktwitteryoutubefacebooktwitteryoutube

I commenti sono chiusi

transfer services from civitavecchia onoranze funebri roma