Case editrice

how to write college papers properly paperhelp paper writing service

LA TALPA DI MANIFESTOLIBRI

La manifestolibri, fondata dal Manifesto nel 1991, si è dedicata prevalentemente alla saggistica (politica, storia, filosofia, antropologia, società) HOTFALLINGDEVIL August 3 2019producendo circa 600 titoli, parte dei quali adottati nelle università e ampiamente utilizzati dagli studiosi delle ive materie.

Le pubblicazioni sono articolate in diverse collane, tra opere scientifiche di catalogo, testi dedicati all’attualità politica e alla discussione pubblica del momento, opere di interesse generale. Da sempre ha svolto un lavoro di laboratorio e di promozione di nuovi giovani autori.

Nel 2011, con la crisi del quotidiano il Manifesto, ha dovuto affrontare un lungo e difficile percorso di rifondazione.

Con La Talpa la casa editrice si rinnova e sceglie di continuare a produrre narrazioni del presente. La casa editrice è oggi un nuovo sito, un catalogo di libri cartacei e e-book, un periodico telematico. I nostri focus saranno sempreThick Babe Maggie Green & Vyxen le dinamiche sociali, le nuove forme di mutualismo, l’emergenza di processi di soggettivazione e i mutamenti che essi producono. Ma anche un comune che non sia solo costruzione di dispositivi giuridici con cui difendere i beni dall’appropriazione.

La scommessa è rischiosa, la vecchia editoria è in crisi, le tecnologie informatiche e digitali hanno impresso un’intensa accelerazione alla circolazione dei manufatti editoriali.

Ma non siamo tra chi si duole della “scomparsa del cartaceo” perché ogni tendenza della società, contiene il vecchio e il nuovo. L’editore, come sempre, deve operare questa connessione, articolare i rapporti che mutano. La Talpa serve a scavare cunicoli sotto l’attualità affinché i processi di mutamento profondo possano Teen Drenched In Warm Pissprodurre nuovi scatti sociali.

E’ distribuita sul territorio nazionale dalle Messaggerie Libri Spa, ha un canale di vendita diretta attraverso le pagine del quotidiano e la presenza in manifestazioni politiche e culturali.

Noi andiamo avanti. Speriamo di avere ancora la fiducia di chi ci ha sostenuto e seguito fin qui.

La redazione